OPERA/Il Met Opera di New York diventa sempre più italiano

metropolitan-opera1 OPERA/Il Met Opera di New York diventa sempre più italiano

(di Alessandra Baldini) (ANSA) - NEW YORK, 27 SET - Il teatro dell'opera più grande del mondo è sempre più italiano. Dopo Pavarotti, che al Met era di casa, grandi cantanti italiani tornano a calpestare il celebre palcoscenico che ancora rimpiange i 'do di petto' di Lucianissimo. Reduce dal Covent Garden, la soprano Carmen Giannattasio debutterà sabato in un Trovatore ad alta concentrazione di bianco rosso e verde: oltre a lei nei panni di Leonora, è italiano il direttore d'orchestra Daniele Callegari, con Marco Berti (Manrico) e Franco Vassallo (conte di Luna).
 

2012/ Il calendario degli appuntamenti più importanti dell'anno

new-year-2012-thumb176904162012/ Il calendario degli appuntamenti più importanti dell'anno

Roma, 7 dic. (TMNews) - I giochi olimpici di Londra e le presidenziali in Francia, Russia e Stati Uniti sono tra gli eventi principali previsti per il prossimo anno. Di seguito una sintetica scheda:  

GENNAIO 2012  
1 gen. Ue, inizio della presidenza danese dall'1 al 15, Rally Dakar, si svolge in Argentina, Cile, Perù dal 21 al 12 febbraio, Coppa d'Africa di calcio 25-29, 42esimo forum di Davos

FEBBRAIO
6 Giubileo di diamante della regina Elisabetta, 60 anni di regno 19, Grecia, elezioni legislative anticipate 26 - Usa, 84 cerimonia degli Oscar del cinema
 

Red Hot Chili Peppers e Guns N' Roses entrano nella Rock and Roll Hall of Fame

rock_and_rallRed Hot Chili Peppers e Guns N' Roses entrano nella Rock and Roll Hall of Fame

(ANSA) - NEW YORK, 7 DIC - Beastie Boys, Red Hot Chili Peppers e Guns N' Roses fanno il loro ingresso nella Rock and Roll Hall of Fame. Le tre band americane saranno cosi consacrate nell'Olimpo del rock mondiale ed i loro nomi vanno ad aggiungersi a quelli che hanno fatto la storia della musica, come Elvis Presley, Chuck Berry, James Brown, Ray Charles, Led Zepellin. La cerimonia di introduzione si svolgerà il prossimo 14 aprile a Cleveland, in Ohio, nella sede del Rock and Roll Hall of Fame. Tra gli altri nomi scelti ci sono anche il chitarrista scozzese Donovan - che ha lasciato il segno facendo della sua musica un misto di jazz, pop e psichedelico - la cantautrice e musicista Laura Nyro - morta nel 1997 a causa di un cancro, che ha impressionato con le sue canzoni ispirate ai suoni di Spanish Harlem - e la rock band inglese Small Faces/The Faces.

   

Il Brasile è la nuova "terra promessa", immigrazione record dall'Europa e Stati Uniti

brasileIl Brasile è la nuova "terra promessa", immigrazione record dall'Europa e Stati Uniti

(di Leonardo Cioni) (ANSA) - RIO DE JANEIRO, 8 DIC - Mentre Stati Uniti ed Europa attraversano una delle loro peggiori crisi, il Brasile - settima economia del mondo e maggiore dell'America Latina, con un Pil record di +7,5% nel 2010 - è diventato la nuova 'terra promessa'. La considerano tale sia gli stessi brasiliani, sia i tanti stranieri, nordamericani ed europei soprattutto, che vi fanno rotta attratti da offerte di lavoro e stipendi superiori alla media dei loro Paesi di origine. Secondo dati dei ministeri della Giustizia e del Lavoro, il gigante sudamericano - dopo due decenni di incertezza e di convulsione del mercato interno - ha registrato negli ultimi anni un vero e proprio boom immigratorio, spinto dal buon momento economico nazionale, oltre che dalla crisi estera: solo nell'ultimo anno, il numero è aumentato del 52%.

 

MUSICA/L'Italian Jazz days sbarca a New York, il programma del Festival

copertina_Italian_Jazz_daysMUSICA/L'Italian Jazz days sbarca a New York, il programma del Festival

NEW YORK. Quaranta musicisti coinvolti per nove giorni di jazz italiano. Dal primo al 9 ottobre  torna in città l’Italian Jazz Days, una quarta edizione che si terrà nei grandi circuiti del jazz cittadino,  dal raffinato Dizzy’s Club Coca-Cola all’intimo Bar on Fifth all’interno dell’elegante boutique-Hotel  Setai, dalla storica pizzeria Arturo’s nel cuore del West Village ai moderni Brio Flatiron (920  Broadway), Le Pescadeux (Soho) e Robert (all’interno del Mad Museum).

Prodotto da TwinsMusic, il Festival porta per la prima volta in città una Big Band di musicisti americani ed italoamericani che suoneranno partiture originali ed inedite del Maestro Antonio Ciacca,  anche direttore artistico del festival. Trombe, tromboni, sassofoni, ben dodici saranno i fiati sul palcoscenico che si affaccia su Columbus  Circle, per due serate da non dimenticare (8 e 9 ottobre). Alla guida ci sarà Antonio Ciacca, pianista e  compositore, per quattro anni direttore della programmazione del Jazz at Lincoln Center. E’ dal 2009  che Ciacca sta preparando questo grande evento, scrivendo e registrando brani appositamente creati per  Big Band e ispirati ai sui idoli: Duke Ellington e Benny Golson.

Per l’Italian Jazz Days, arriveranno dal Belpaese i chitarristi Lucio Ferrara e Luca Nostro, il
sassofonista Attilio Troiano, il crooner Walter Ricci, il contrabbassista Giuseppe Venezia, il batterista  Elio Coppola e il trombettista Nicola Tariello. Sono famosi a livello mondiale i musicisti americani, ma  con sangue italiano. Randy Napoleon (chitarra) per tre anni è stato in tournée con la star internazionale  Michael Bublé con cui ha registrato un album candidato ai premi GRAMMY®, gli Oscar della musica.  Joseph Lepore (contrabbasso), Pete Malinverni (piano), John Di Martino (piano) e Mike LeDonne  (piano) sono icone nella scena jazz cittadina. Sul palcoscenico anche Simona Premazzi e Luca  Santaniello, pianista e batterista che per coltivare la passione per il jazz da anni hanno scelto New York  come la loro nuova casa.

   

Pagina 44 di 51